FANDOM


Icona - TVD 4Icona - TO 1Icona - TO 2

 

Camille "Cami" O'Connell era un vampiro. Studentessa di psicologia, ritorna a New Orleans per investigare sulla morte del fratello gemello, Sean O'Connell. All'inizio sia Klaus che Marcel sono attratti dalla sua bellezza e intelligenza, ed entrambi tentano di tenerla al riparo dal grande conflitto tra streghe, vampiri e lupi mannari in corso nella città. Tuttavia, la sua tenacia e perspicacia la portano a scoprire il mondo soprannaturale che la circonda, rendendo la sua protezione ancora più difficile. Nel corso del tempo resta sempre più coinvolta nella guerra cittadina, in parte per il ruolo dello zio, padre Kieran, come capo della fazione umana, in parte per il suo rapporto con la famiglia Mikaelson, e in particolare con Klaus. Questa relazione, la rende obiettivo di numerosi nemici, in particolare dell'ex di Klaus, Aurora de Martel, che dopo averla soggiogata, la costringe a tagliarsi la gola. Dopo un breve periodo di perplessità, Cami decide di completare la propria trasformazione, diventando un vampiro.

Dopo la trasformazione la sua personalità cambia totalmente: diventa apparentemente più fiduciosa e determinata, ma allo stesso più imprudente, calcolatrice e spietata. Emerge il lato oscuro della sua personalità, rimasto sopito durante la vita da umana. Solo dopo avere accettato la propria natura di vampiro Cami riesce finalmente a tornare alla normalità.

Camille viene fatalmente morsa da Lucien Castle, che in questo modo tenta di vendicarsi di Klaus per avergli rubato l'amore di Aurora. Dopo diversi tentativi falliti per combattere il morso velenoso di Lucien, divenne presto evidente che non vi era alcuna cura, Camille muore tra le braccia di Klaus, che dopo averle ammesso di amarla, le promette che troverà la pace. Prima di morire però, Cami esorta Klaus a mettere da parte la sua rabbia, in modo da potere essere la luce per la sua bambina, per Hope.


Biografia

Della sua vita precedente l'inizio della serie non si sa molto, se non che è cresciuta insieme al fratello gemello Sean O'Connell a New Orleans. In seguito, forse per frequentare il college, abbandona la città. Vi fa ritorno solo dopo la morte del fratello, per indagare sulle misteriose circostanze dell'evento e per stare accanto allo zio Kieran O'Connell. A New Orleans, pur continuando gli studi di psicologia, lavora come barista al Rousseau.

Camille rivela ad Aurora de Martel che al college venne arrestata per aver aggredito un altro studente. Questi aveva rotto il naso alla sua compagna di stanza che voleva lasciarlo, ma lei, troppo spaventata non lo aveva denunciato, così dopo averlo visto di nuovo in un bar mentre picchiava una marticola Camille lo aveva aggredito rompendogli una bottiglia di birra in testa e sbattendogli la testa sul pavimento fino all'intervento dei poliziotti. Dalla confessione emerge quanto Camille non si sia mai completamente pentita di quel gesto, e quanto in fondo le fosse piaciuto picchiare il ragazzo. Proprio al tentativo di comprendere le origini dei suoi impulsi oscuri, si può far risalire il suo interesse per la psicologia.

The Vampire Diaries

Camille appare per la prima volta nella serie nei panni della barista del Rousseau, il bar di Sophie Deveraux. Quando Klaus entra nel bar in cerca della proprietaria si accorge di essere seguito dai vampiri di Marcel Gerard, e quando si avvicina ai due, al bancone arriva Camille che dopo aver chiesto scusa per l'attesa, annuncia che hanno finito il gambo, così l'ibrido le da un biglietto da cento dollari e le ordina il migliore Scotch per i suoi due "amici". In seguito mentre Klaus e Marcel parlano del controllo sulla città, quest'ultimo nota Camille mentre cammina per strada da sola e dice all'ibrido che se lei si dimostrerà coraggiosa lui la lasciarà vivere . Così salta giù da un alto balcone e la coglie di sorpresa alle spalle, lei si gira di scatto e Marcel le dice che non è sicuro camminare da sola per strada nel quartiere a quell'ora, la ragazza risponde che è una cintura nera di karate e così il vampiro la lascia andare.

Klaus incontra di nuovo Camille nelle strade di New Orleans, mentre circondata dalla folla è intenta ad osservare un pittore dipingere. Le si avvicina e le chiede se lei dipinge, la ragazza risponde di no, ma che apprezza l'arte e ogni artista ha la sua storia. In particolare descrivendo l'opera che stanno ammirando dice che l'artista deve essere un uomo arrabbiato, ferito, che non si sente al sicuro e non sa cosa fare al riguardo, che vorrebbe poter controllare i suoi demoni anziché sentirsi controllato da loro, che è un uomo perso e solo. Klaus riconoscendosi nella descrizione va via interropendo il loro discorso.

The Originals

Elijah racconta a Camille la storia della sua famiglia, soffermandosi in particolare su Klaus, il suo fratellastro, che egli ama, nonostante il caratteraccio. Dalle su parole, Camille deduce che questo Klaus debba essere un tipo "narcisista e paranoico". Elijah rimane sorpreso dalla sua risposta, ma lei gli spiega poi di essere una laureata in psicologia. Rebekah è sempre più intenzionata a trovare suo fratello Elijah e a capire chi sia Davina, la strega che lo tiene segregato. Così, sapendo che Marcel nutra un debole per Camille, la vampira si reca al Rousseau per invitarla al ballo in maschera organizzato in casa Mikaelson. Durante un ballo, Cami capisce di provare qualcosa per Marcel. Klaus e Marcel iniziano a conversare e l'Originale chiede a Marcel perché è così attratto da Camille, ricevendo come risposta che la ragazza gli ricorda che c'è un altro mondo fuori da quello dei vampiri e che di tanto in tanto è piacevole vedere le cose da una prospettiva umana. Nonostante il piano di utilizzare Cami come diversivo sia fallito, Marcel di sua spontanea volontà, decide di restituire Elijah ai Mikealson.

Klaus decide di manipolare Camille, la barista con cui esce Marcel, in modo da poter reperire informazioni su quest'ultimo. Così facendo, la ragazza viene informata della natura soprannaturale di Klaus, che la costringe a ricordare la sua identità di vampiro solo quando lei si trova nelle sue vicinanze. Camille racconta a Klaus la vera ragione per cui la ragazza si è trasferita in città: suo fratello gemello Sean, aveva compiuto una strage nella chiesa cittadina molti anni fa, senza però mostrare segni di insanità mentale. Venendo a conoscenza del fatto che i vampiri possono soggiogare gli esseri umani, Cami comincia a credere che suo fratello fosse stato soggiogato, ma prima di cominciare ad indagare, Klaus la soggioga a sua volta affinché dimentichi tutti i suoi sospetti, ma promettendole che avrebbe scoperto cosa realmente è successo al fratello. Dopo avere svolto alcune ricerche, Klaus informa Camille che l'assassina di suo fratello, Agnes, una strega del quartiere francese, è stata uccisa, ma la ragazza colpisce Klaus con uno schiaffo e in lacrime dice al vampiro che la morte di Agnes non darà giustizia alla memoria di Sean.

Successivamente Camille si rende conto di avere dei vuoti di memoria e pensando di impazzire come suo fratello Sean, ne parla con suo zio. Durante la compulsione, disegna un messaggio in codice che aveva ideato con suo fratello. Camille riesce poi a decodificare il messaggio mentre suo zio, dopo un avvertimento di Klaus, decide di consigliare alla nipote di allontanarsi da New Orleans. Camille intanto è sempre più intenzionata a capire cosa le stia succedendo, così di nascosto registra una sua conversazione con Klaus. Ma Klaus la costringe,attraverso compulsione,a dimenticarsi di lui, dei vampiri e a lasciare la città. Davina tuttavia la raggiunge prima che lasci New Orleans e attraverso un incantesimo doloroso, la libera dalla compulsione. Davina, scappata dalla villa di Klaus e nascosta nell'appartamento di Camille, aiuta quest'ultima a farle tornare i ricordi nonostante questo possa nuocere alla ragazza. In questo modo, Cami realizza che Klaus e Marcel sono dei vampiri. Davina e Camille giungono nella chiesa di St. Anne dove Davina rivela a Camille che Sean non era pazzo, ma maledetto da un incantesimo e suo zio, pur sapendolo, ha preferito non dirle niente. Sabine, insieme ad altre streghe, è intenzionata a catturare Davina, ma la ragazzina le uccide facilmente. Josh telefona a Camille per comunicarle che Klaus ha preso Timothy come ostaggio e Camille lo riferisce a Davina che decide di andare da sola alla villa di Klaus per affrontarlo.

Klaus incrocia Camille per strada, la ragazza gli dice che ha preso atto di tutte le volte che ha manipolato la sua mente, ma che non si farà più manovrare da lui. Marcel, ancora triste per la morte di Davina, trova consolazione in Camille, visto che anche la donna nutriva affetto per la ragazza, inoltre chiede a Marcel per quale motivo lavori per Klaus, e lui le risponde che non ha scelta perché sarebbe stupido mettersi contro un individuo così potente. Camille sostiene che Klaus sia semplicemente un mostro. Marcel confessa a Camille che ha chiuso con lei non per mancanza di interesse, ma per proteggerla, nel mentre arriva Papà Tunde che aggredisce Camille e rapisce Marcel. Elijah e Hayley trovano Rebekah priva di sensi e sciolgono il legame che unisce lei a Papà Tunde con il sangue della bambina che la ragazza lupo porta in grembo, indebolendo lo stregone e costringendolo alla fuga. Marcel è privo di sensi, ma Camille lo rianima facendogli bere il suo sangue. Nel frattempo Bastiana, una delle due streghe resuscitate da Sabine, fa un incantesimo a Kiran, mentre Genevieve, l'altra strega, suggerisce a Camille di pugnalare Klaus con il pugnale di Papà Tunde, se vuole salvare lo zio. Camille invece di pugnalare Klaus, preferisce chiedergli aiuto. Elijah chiama Camille perché ha bisogno di lei. Infatti, dopo aver estratto il pugnale dall'addome di Niklaus, che ha affrontato una dura battaglia contro le streghe, chiede alla ragazza di rimanere con lui e di nutrirlo, se necessario. Durante questo periodo di debolezza, Klaus dimostra a Camille di non essere malvagio come lei crede, e decide così di condividere con Cami alcuni ricordi riguardo la sua infanzia.

Padre Kiran, lo zio di Kami, sta perdendo il controllo di se stesso a causa di una maledizione delle streghe e così la proprietaria di un casinò, Francesca, lo sostituisce per rappresentare la fazione umana di New Orleans. Camille è sempre più triste per le condizioni dello zio, Marcel decide di restarle vicino, e dopo aver passato una divertente serata a ubriacarsi, i due finiscono a letto insieme. Camille fa capire a Marcel che ciò che è successo con lui non si ripeterà, perché anche se sono stati bene insieme, lei e Klaus sono diventati amici e se lei frequentasse colui che ha bandito dal quartiere francese, ciò potrebbe rivelarsi una pessima mossa. 'Ibrido Originale va da Camille rinfacciandole la sua delusione per aver frequentato una persona che ora lui disprezza, ma Camille fa notare a Klaus che ciò che non sopporta è che non può controllare né lei, né Marcel; Klaus, arrabbiato, dice a Camille che se dovesse rivedere Marcel, lo ucciderà. Camille si rivolge a un medico, con l'aiuto di Josh, per salvare lo zio, pensando che l'elettroshock sia l'unica alternativa per salvarlo, ma la cosa non sortisce nessun effetto. Preoccupata per la salute di suo zio, Camille durante la Festa delle Benedizioni per le streghe, domanda aiuto alla strega Genevieve. Camille convince Klaus a trasformare lo zio in un vampiro pensando che così la maledizione di Bastiana verrà annullata, Klaus lo fa, ma Genevieve lo informa che anche dopo la trasformazione la maledizione non sarà annullata, infatti al suo risveglio l'incantesimo della strega non è svanito e così inizia ad attaccare Camille. Klaus interviene in tempo ed è costretto alla fine ad uccidere Kiran con un paletto nel cuore. Klaus permette a Marcel di fare una breve visita ai quartieri francesi per onorare la memoria di Kiran visto che era un suo amico, Marcel rimane vicino alla sua amata Camille per confortarla.

Durante il funerale di Kiran, Marcel spiega a Cami che la chiave di Kiran portava ad un qualcosa che potesse fermare gli esseri soprannaturali se questi ultimi avessero esagerato. Trovano così una scatola vuota nascosta nella tomba del fratello di Camille e la aprono con la chiave. Marcel pensa che sia stato rubato ciò che si trovava all'interno, ma Camille vede il simbolo in codice sul coperchio e rivela di aver capito qualcosa, ma di non poterlo rivelare a Marcel. Francesca compra il bar in cui lavora Camille, e le intima di consegnarle la chiave che apparteneva a Kiran. Camille trova il ripostiglio segreto dove lo zio nascondeva alcuni artefatti magici potentissimi, frutto della magia oscura. Nel ripostiglio di Kiran, Camille trova delle ricerche che lo zio fece su Francesca: lei appartiene al clan dei lupi mannari dei Guerrera, sterminato da Marcel anni prima. Il morso di un lupo mannaro è letale per un vampiro, così l'esercito di Francesca attacco quello di Marcel, prendendo il possesso della città. Marcel vuole salvare i suoi uomini, ma gli serve il sangue di Klaus, così Camille gli dice di avere un arsenale a disposizione e porta lui e Davina nella stanza segreta trovata con la chiave di suo zio. Vi sono molti oggetti maledetti con alto potenziale di magia nera, una di essi, la Stella del Diavolo, provoca mille ferite a chi viene colpito. Marcel la prende e va via, ma nessuno nota che Davina ha preso alcuni oggetti magici. La strega vuole, infatti, resuscitare Mikael per usarlo contro Klaus e, per farlo, sfrutta la nascita della bambina miracolosa di Klaus ed Hayley per canalizzarne l'energia magica.

Sono passati diversi mesi da quando Klaus e Hayley si sono separati da Hope, i licantropi Guerrera hanno preso il controllo dei quartieri francesi, dove i vampiri non possono più mettervi piede, Davina ha abbandonato la congrega delle streghe, Marcel e Camille continuano ad andare a letto insieme. Francesca fa pedinare Camille da alcuni licantropi, la ragazza li indirizza verso una trappola, infatti Marcel li indebolisce con lo strozzalupo, inoltre uccide i lupi che portano l'anello. Camille decide di chiudere con Marcel perché lei vuole una vita normale, che non avrà mai al fianco del vampiro. Davina incontra un ragazzo di nome Kaleb, col quale fa amicizia, intanto Finn, nel corpo di Vincent, si avvicina a Camille facendo finta di volerla aiutare nei suoi studi.

Finn nei panni di Vincent, diviene il mentore di Cami, la quale durante una seduta gli confessa di essere stata attratta da due uomini, uno sexy, intelligente e premuroso (si intuisce che sia Marcel) e l'altro arrabbiato, sfiduciato e cattivo ma al cui interno ha visto della bontà (è chiaro che si riferisca a Klaus), concludendo che in ogni caso entrambi questi esseri "unici" non fanno per lei perché troppo diversi. Nel frattempo, Davina è scomparsa da qualche giorno e attraverso una telefonata fatta a Camille si scopre che si è ritirata in un posto sicuro con Mikael, il padre di Klaus legato a lei da un incantesimo per il quale non può staccarsi da Davina se non per suo ordine. Al termine della chiamata, dietro le spalle di Cami compare Klaus: i due non si vedono da mesi dopo che Klaus ha intimato alla giovane di stargli lontana per evitare che potesse essere ferita dai suoi nemici. Klaus ascoltando la telefonata capisce dai rumori di sottofondo dove possa trovarsi Davina e chiede a Cami di aiutarlo a farla ragionare sulla questione riguardante Mikael, altrimenti l'alternativa sarebbe tentare di ucciderla. In un bar, Klaus e Cami stanno parlando; l'Originale le racconta i propositi dei suoi perfidi genitori, e della sua volontà di vendicarsi per il male che gli hanno fatto uccidendoli con il coltello stregato di Papà Tunde, ma Cami vuole fargli comprendere che nella vita bisogna combattere non solo contro qualcuno ma soprattutto per qualcuno o qualcosa e che ci sono molte cose belle e non solo brutti momenti e lo invita a ballare. Durante il lento, i loro visi si sfiorano, ma Klaus scappa via.

Klaus raggiunge Marcel per parlargli riguardo a Finn, dato il fatto che vuole colpire le persone che Esther più ama. Marcel, accetta e insieme a Josh, Aiden e Cami, mettono a punto un piano. Cami è al Bar, dopo che lei e Vincent/Finn si erano dati un appuntamento, Dopo l'arrivo di quest'ultimo, comincia ad entrare in atto il piano. Hayley morde Cami e la "rapisce" mettendo in guardia Finn che a quel punto vuole solo salvare la ragazza, non sapendo che questa gli aveva teso una trappola. Hayley, Cami, Josh e Aiden sono nella Chiesa di Sant-Anne, aspettando che Finn arrivi. Quando quest'ultimo giunge in Chiesa sembra avere la meglio, ma è Jackson ad intervenire, colpendolo, mentre Cami lo incatena per far si che l'Originale non possa fare incantesimi. Kol e Finn sono "prigionieri" in casa Mikaelson. Klaus organizza una cena nel fine di convincere i suoi fratelli ad andare contro il vero nemico, la loro madre.

Finn e Mikael uniscono le loro forze per sconfiggere Klaus e gli altri. Klaus raggiunge Elijah e Hayley con Cami a cui viene presentata Hope. Insieme al fratello, Klaus decide di tornare con Hayley a casa, mentre Cami ed Elijah rimarranno con Hope mentre Camille cercherà di capire il problema che il fratello maggiore patisce da quando Esther l'ha torturato. Proprio quando Camille stava ritornando a casa in auto con la piccola Hope, l'auto improvvisamente smette di funzionare, fermandosi di fronte alla casa, poco distante, e Camille la guarda esplodere, capendo che se l'auto non si fosse misteriosamente fermata all'improvviso, lei e Hope sarebbero arrivate a casa e sarebbero morte nell'esplosione, Camille poi guarda Hope e inizia a sospettare che probabilmente è stata la bambina a fermare l'auto con i suoi poteri, intuendo il pericolo. Camille si dirige con Hope in un luogo in cui trovare un telefono pubblico così da poter avvertire qualcuno di ciò che era successo ad Elijah, ma quest'ultimo raggiunge la donna e la nipote e ripartono subito per arrivare il più presto possibile a New Orleans. Marcel presenta Vincent a Camille, la ragazza lo informa delle cose orribili che Finn ha fatto mentre era nel suo corpo e si guadagna la sua fiducia. Vincent va a bere al bar con Camille e le dà un consiglio, quello di stare lontana da vampiri e streghe, ma lei è dell'idea che a New Orleans non si ottenga nulla stando da soli.

Camille passa del tempo con Klaus in una caffetteria e gli chiede perché diffida di Freya, e lui risponde che a prescindere dal fatto che lei detesti Dahlia questo non cambia il fatto che forse col tempo sia diventata come lei; dato che anche lui odia Mikael e nonostante tutto è uguale a lui. Camille gli chiede se ha sofferto nell'ucciderlo, ma lui risponde di no e le afferma chiaramente di non essere una brava persona. Jackson va da Klaus accusandolo della morte del suo amico, Aiden, infatti Dahlia prima di uccidere il giovane licantropo, aveva lasciato sul suo corpo delle ferite per far credere a tutti che fosse Klaus l'assassino. Klaus però non si difende dalle accuse nonostante sia innocente e inoltre rimprovera Jackson di essere un pessimo capobranco. Camille parla con Klaus e lui le confessa di essere innocente ma che preferisce che tutti pensino che sia stato lui a uccidere Aiden, così avranno più paura di lui e in questo modo nessuno si opporrà al suo volere.

Elijah, colmo di collera, attacca Klaus, ma quest'ultimo sconfigge suo fratello maggiore affondando nel suo corpo il pugnale di Papà Tunde, inoltre ordina a un Marcel riluttante di tenere Rebekah prigioniera e di ucciderla nel caso tentasse la fuga, e lui pur non volendo eseguire i suoi ordini è costretto a farlo. Klaus e Dahlia, dopo che quest'ultima fa cadere Freya in uno stato di sonno, la portano via con loro. Camille arriva alla villa e prova a convincere Klaus a non fare altri sbagli, ma lui la morde al collo, uccidendola. Alla villa Mikaelson, Camille si risveglia, Klaus non l'aveva uccisa, lei poi estrae dal corpo di Elijah il pugnale di Papà Tunde, e gli dice che tutto questo fa parte di una messa in scena di Klaus per far abbassare la guardia a Dahlia e ucciderla, dato che Elijah con il suo piano avrebbe fallito, infatti loro non possedevano tutti e tre gli elementi necessari per uccidere Dahlia come credevano, ne manca uno, il sangue della strega che Dahlia ha amato di più, che non è Freya. Successivamente Camille è al bar insieme a Vincent per badare ad Hope mentre Klaus e gli altri vanno a salvare Freya, e confessa allo stregone di provare dei sentimenti complicati per Klaus e che è consapevole che lui la ricambia. Dopo avere sconfitto Dahlia e Ester assieme ai suoi fratelli, Klaus si incontra con Camille in un bar e le dice che anche se non l'avesse incontrata al bancone del locale la sera che tornò a New Orleans, l'avrebbe conosciuta comunque, come se fosse stato nel suo destino trovarla.

Klaus continua a vedersi con Camille per delle sedute di terapia, anche se non lo aiutano a stare meglio con se stesso. Vincent porta Camille in una scena del crimine, infatti un amico di Vincent, il detective Will Kinney, ha chiesto un consulto perché la morte della vittima non sembra normale, oltre al fatto che ha dei tagli profondi alle due estremità della bocca, il corpo è rimasto in piedi con delle funi, inoltre non ci sono segni di lotta, dunque è ovvio che è stato legato alle funi con la compulsione, quindi è implicito che il colpevole è un vampiro. Camille raggiunge Klaus alla mostra per chiedergli se è lui il killer misterioso, ma lui le dice di essere innocente, poi la ragazza se ne va. Camille riceve una chiamata da Will, che le riferisce che un'altra persona è stata uccisa dal killer. Klaus va a casa di Camille per una delle loro sedute, e le regala un dipinto, ma lei lo manda via di casa perché adesso è troppo occupata con le indagini del killer. Camille inizia a fare delle indagini su Lucien, scaricando un video su di lui dal computer, Lucien è infatti un uomo di successo a capo di una società chiamata "Kingmaker Land Development". Kinney va da Camille dicendole che è a conoscenza del passato della sua famiglia, ovvero del genicidio a opera del fratello e della morte misteriosa dello zio, aggiungendo che da generazioni gli O'Connell sono sempre immischiati nelle misteriose morti dei quartieri francesi. Kinney, dopo aver rubato il computer di Camille trova il video di Lucien che lei aveva scaricato e inizia a considerare l'idea che è lui il killer.

Klaus e Elijah vanno nel loft di Lucien dove trovano Alexis, la quale permette ai due Originali di nutrirsi di lei, così da vedere meglio la profezia, nelle visioni riconoscono Marcel, Camille e Lucien, quindi iniziano a sospettare che forse uno di loro potrebbe essere l'autore della loro fine. Camille e Vincent vanno al dipartimento di polizia per assistere all'interrogatorio, poi con la compulsione Lucien convince Kinney a parlare con Camille, la quale, insieme a Vincent, ascolta la storia di Lucien: dopo averlo sorpreso con la sorella, Tristan torturò Lucien, poi arrivò Klaus che tentò di far calmare il figlio del conte, ma Tristan non si fece intimidire, in realtà Tristan sapeva che i Mikaelson erano dei vampiri dato che una donna, l'unica sopravvissuta di una lunga scia di morti che Kol si stava lasciando dietro, aveva affermato che erano dei mostri, deducendo anche che sicuramente stavano scappando da qualcuno (Mikael) e che se gli avrebbero fatto del male i suoi cavalieri avrebbero sparso la voce che sono dei mostri, infine Tristan inflisse una ferita a Lucien sulle estremità della bocca. Camille pensa che sia Lucien il serial killer perché le sue vittime sono uomini ricchi e playboy, e che in un certo senso sfoga su di loro la rabbia che prova nei confronti di Klaus e Tristan. Lucien racconta a Camille e Vincent il resto della storia, Klaus lo fece liberare, ma Lucien, spinto dalla rabbia, lo accoltellò, poi Klaus cercò di farlo calmare, ma Lucien si ferì con lo stasso coltello con cui aveva ferito Klaus, la cui lama era bagnata con il sangue dell'Ibrido Originale, che si mischiò con il suo, guarendolo, fu così che si apprese che il sangue di un vampiro può guarire le ferite di un umano; poi Lucien cercò di aggredire Tristan, ma venne ucciso da una guardia del castello. Klaus racconta a Camille che quando Lucien morì lui e Elijah decisero di dargli un degno funerale, dando fuoco al suo corpo, ma prima di poterlo fare Lucien tornò in vita come un vampiro, dato che nel suo corpo circolava ancora il sangue di Klaus, infatti fu così che si apprese che il sangue di un vampiro può trasformare un umano in un vampiro a sua volta, quindi Lucien è stato il primo umano che Klaus trasformò in un vampiro.

Vincent e Camille seguono Lucien, il quale essendosi accorto della loro presenza, cattura Camille e la lascia sola per la strada insieme a un'altra vittima con il volto sfregiato in entrambe le estremità della bocca. Camille fa vedere a Vincent la collezione di oggetti magici dello zio, poi arriva Kinney che con un mandato requisisce la merce a arresta Camille. Kinney ormai ha preso atto dell'esistenza dei vampiri e del soprannaturale, il detective è prossimo alla morte, ma Camille trova il medaglione, dentro a un altro oggetto, Lucien guarisce Kinney dalla ferita con il suo sangue e con la compulsione lo manda via facendogli dimenticare tutto quello che è successo, però con cattiveria lo spinge a rinunciare alle sue indagini con la consapevolezza che esiste qualcosa di misterioso contro cui lui non può fare nulla, e ciò lo porterà a una lenta e soffocante depressione; Lucien fa capire a Camille che i vampiri vinceranno sempre contro gli umani.

Lucien decide di mettere Aurora contro Klaus accennando a Camille e al legame che li unisce, facendola ingelosire, inoltre gli fa capire che la tiene come ostaggio. Klaus costringe Lucien a portarlo nel suo loft e liberare Camille, intanto quest'ultima, con una bottiglia rotta taglia il dito di Anton, quello che portava l'anello solare, in questo modo i raggi del sole lo costringono ad allontanarsi da Camille che riesce a scappare, ma poi arriva Aurora che la rapisce. Nel frattempo Lucien informa Klaus che Camille è stata catturata da Aurora e lo accompagna nell'andare a cercarla. Lungo il tragitto, Lucien gli suggerisce di lasciare che Camille muoia visto che è un suo punto debole e Klaus gli spezza il collo. Nel frattempo Aurora si presenta a Camille dopo aver fatto bere il suo sangue ad alcuni aspiranti vampiri nella chiesa che Marcel usa come luogo d'addestramento. Quando si risveglieranno entreranno in transizione e Camille sarà l'unica fonte di sangue disponibile per nutrirsi e completarla a meno che Klaus non le restituisca Tristan. Aurora e Camille trascorrono diverso tempo a conversare di Klaus e del rapporto di entrambe con lui. Camille, da lei esortata, le rivela il suo più oscuro segreto: quando era al college venne arrestata per aver aggredito un altro studente. Questi aveva rotto il naso alla sua compagna di stanza perché voleva lasciarlo e lei era troppo spaventata per denunciarlo e, quando Camille lo vide in un bar mentre picchiava una matricola, gli ruppe una bottiglia di birra in testa e lo picchiò sbattendogli la testa sul pavimento finché non arrivarono i poliziotti a fermarla. Aurora capisce che Camille non si vergogna affatto di quel gesto ma che, invece, le fosse piaciuto ed è di questo che si vergogna e per cui ha deciso di studiare psicologia: per comprendere le origini di quei suoi impulsi oscuri. Aurora capisce che Camille non soltanto vede il lato buono in Klaus ma che è anche attratta dal lato oscuro di quest'ultimo. A causa di ciò, al tempo stesso, aumenta però la gelosia della stessa Aurora che la vede sempre più come una rivale perché, nonostante sia assolutamente convinta dell'amore di Klaus nei suoi confronti, capisce che il legame tra Camille e Klaus è forte. Klaus, alla fine, giunge nella chiesa e cerca di convincere Aurora che Camille non sia una sua rivale in amore e che non gli importa davvero di lei, ma Aurora non gli crede perché vede la sua paura per l'incolumità della donna e afferma di voler uccidere Camille per eliminare ogni più piccolo ostacolo che possa impedire la loro relazione, ma Klaus l'afferra e la porta fuori, inconsapevole che i vampiri in transizione si stiano risvegliando e che Camille sia la loro preda. Aurora dichiara a Klaus di essere il suo unico vero amore e che alla fine la ringrazierà per aver ucciso Camille, ma Klaus le dice che, per aver ferito Camille, la ucciderà dopo averle inflitto sofferenze e tormenti tanto atroci che alla fine assocerà il suo nome a nulla più che terrore e dolore. Approfittando dello sconvolgimento di Aurora, Klaus entra nella sua mente e scopre la latitudine a cui si trova Rebekah, ma sentendo Camille in pericolo la lascia andare e corre in suo soccorso, per poi portarla in casa sua dove potrà proteggerla e veglia su di lei.

Nel frattempo Camille resta con Klaus prima di essere informata che il detective Kinney è stato sollevato dall'incarico, così Vincent le consiglia di andare a parlargli. Camille va da Kinney seguita da Klaus e qui scoprono che Kinney tenta di suicidarsi a causa della compulsione di Lucien, ma grazie a Klaus il detective viene soggiogato affinché vada dalla sorella a trascorrere il Natale, cosa che Camille apprezza molto. Rebekah viene convinta dai fratelli a lasciare la città, così saluta tutti e parte, ma non prima di dire a Klaus di esprimere i sentimenti che prova per Camille. Camille e Klaus nel frattempo si baciano, esternando ciò che veramente provano l'una per l'altra. Successivamente hanno il loro primo rapporto sessuale. All'improvviso Camille risvegliandosi si sente osservata da qualcuno. Tristan ritorna dalla sorella Aurora che sta suonando al pianoforte, chiedendole come sia andata la giornata per lei. Aurora risponde che è stata bellissima, mentre l'attenzione si sposta su Klaus che al risveglio trova Camille al suo fianco sgozzata, probabilmente da Aurora, cosa che lo fa infuriare, mentre Aurora e Tristan si godono la loro giornata con un sorriso. Klaus impazzisce di rabbia e distrugge tutto ciò che che si trova intorno a lui per la morte di Camille, finché lei non si risveglia tra le sue braccia: è in transizione. Aurora l'aveva soggiogata per bere il sangue della stessa Aurora da una piccola capsula, per poi tagliarsi la gola e morire dissanguata senza emettere un suono nel momento in cui avesse capito che Klaus l'amasse. Camille, sporca del suo stesso sangue, si fa una doccia, scoppiando a piangere, poi Klaus cerca di convincerla a farle bere del sangue umano per farla trasformare in vampiro, ma Camille non intende trasformarsi perché ha paura di ciò che diventerà da vampiro e che il suo lato oscuro prenda il sopravvento trasformandola in una persona che odia e preferisce morire come una persona che ammira. Klaus fa compiere a Freya un incantesimo che imprigioni Camille nella casa con del sangue umano a portata di mano perché preferisce obbligarla a trasformarsi e farsi odiare piuttosto che perderla, perché non potrebbe sopportarlo. Freya, però, libera in seguito Camille per non negarle, come Dahlia fece con lei, la possibilità di scegliere il proprio destino, e poi le chiede di aiutarla a mettere in atto il piano che fermerà la Strige.

Tristan, Elijah e Vincent, nel frattempo, uccidono i vampiri che tengono sotto sedativi Aurora e la catturano, imprigionandola con un incantesimo nella villa. Elijah chiama Tristan e lo informa che Aurora morirà se non verrà restituita loro Hayley, quindi lo obbliga a fare uno scambio allo stesso luogo e alla stessa ora dell'incontro. All'ora convenuta Elijah e Klaus si presentano in un magazzino pieno degli antichi vampiri della Strige, compresi Aya, Tristan e Marcel. In un container, Klaus e Elijah mostrano a Tristan che Aurora è viva, legata ad una sedia, così il fratello maggiore va dalla sorella e la libera, dopodiché ordina ai suoi uomini di consegnare Hayley ai Mikaelson, ma Aurora gli sottrae dalla tasca la Serratura e la attacca ad una parete del container mentre Vincent e Freya eseguono un incantesimo combinato dalla villa Mikaelson. Tristan si rende conto che la Serratura è stata attivata e che ora il container è impenetrabile, sia in entrata che in uscita, per qualunque essere vivo o morto. Aurora, però, esce dal container e l'incantesimo di Vincent e Freya viene concluso e Aurora si "trasforma" in Camille. Aurora non è mai stata portata lì e con un incantesimo di Freya e Vincent avevano fatto assumere a Camille le sembianze della sorella di Tristan per imprigionarlo e, essendo in transizione e quindi né viva né morta, lei era l'unica a poter azionare la Serratura dall'interno senza essere confinata lei stessa. Klaus supplica poi Camille di non lasciarlo e di completare la transizione, ma Camille se ne va ed Elijah consiglia al fratello di lasciarle decidere il suo destino, altrimenti la perderà per sempre. amille, davanti alla lapide di suo fratello, si vede con Vincent e dice che aver aiutato i Mikaelson a sconfiggere Tristan, un essere spietato, l'ha fatta sentire bene perché, proprio come suo zio, ha fatto ciò che poteva per aiutare i più deboli. Vincent le dice che sarebbe meglio se si trasformasse perché è una persona buona e il mondo sarebbe migliore se lei continuasse ad esistere. Camille, desiderosa di seguire le orme di suo zio e di usare la forza e i poteri dei vampiri a fin di bene, beve il sangue di Vincent dal suo polso e completa la transizione. Klaus va a casa di Camille e la trova viva a bere una scorta di sacche di sangue prese in casa dei Mikaelson e afferma che bere il sangue le ha dato un piacere che non riusciva neanche ad immaginare e che desidera nutrirsi di nuovo.

Klaus intanto cerca di addestrare Camille perché si abitui alla vita da vampiro, ma la ragazza non ha intenzione di seguire i suoi consigli e non ha alcun problema a nutrirsi fino ad uccidere. Hayley, nel frattempo, soffre per la morte di Jackson perché si sente responsabile, Camille le dice però che segretamente la morte del marito è un sollievo per lei perché ora potrà concentrarsi sull'unico uomo che ama, ovvero Elijah. Hayley perdona le parole della ragazza solo perché, essendo diventata da poco un vampiro, non è nel pieno delle sue facoltà, ma con un tono minaccioso le intima di non pronunciare mai più il nome di suo marito davanti a lei. Elijah parla a Klaus di questo "cavallo pallido" e i due cercano di capire di che minaccia possa trattarsi, ma, dopo aver parlato con Hayley, Klaus si rende conto che l'arma in grado di ucciderli è proprio il cavaliere di legno che aveva intagliato e regalato a Rebekah prima e poi a sua figlia per offrire loro coraggio e conforto: la legna usata per intagliare il cavaliere era stata ricavata da alcuni rami che gli aveva dato Elijah raccolti un po' ovunque, tra cui, inconsapevolmente anche i rami della quercia bianca. Camille, però, avendo intuito subito di cosa si trattasse, lo ha sottratto e intende usarlo come leva per spingere Klaus a fare ciò che vuole.

Camille si allea con Vincent per riavere i suoi oggetti oscuri confiscati da Klaus in cambio della quercia bianca, cosicché lui la occulti con un incantesimo e crei una barriera che blocchi i vampiri dall'entrare nella cripta del cimitero. Klaus gliene porta solo un terzo in una valigia e cerca di far ragionare Camille, spiegandole che avere quegli oggetti la porterà all'arroganza e poi alla morte. Camille non lo ascolta e gli dice che non vuole più essere debole e alla mercé altrui, anche perché vuole affrontare Aurora, perciò ha bisogno degli oggetti oscuri e Klaus deve tornare a prendere il resto. Davina, intanto, consacra il corpo di Ariane, che ascende al piano ancestrale e, leggendo inconsapevolmente i suoi ricordi, capisce che l'arma è il cavaliere di legno e, entrando spiritualmente nella casa di Klaus, gli sente dire che Camille ha il cavaliere e che si trova nel cimitero. Madison e le altre streghe rompono il collo di Klaus quando questi arriva al cimitero con gli altri oggetti oscuri, Madison prende il cavaliere dalle mani di Camille, che riesce a salvarsi grazie ad uno degli oggetti oscuri che impediscono alla strega di finirla, ma non di scappare con il cavaliere. Davina, una volta ripresasi, avverte Camille del pericolo, ma è troppo tardi, inoltre dice di aver letto la mente di Madison e che non lavora per la Strige ma per Aurora.

Hayley sotterra il cuore di Jackson sotto un alberello, così Hope potrà rendere omaggio alla memoria del suo patrigno tutte le volte che vorrà, poi viene raggiunta da Klaus che le dice che gli dispiace per la morte del marito, inoltre le chiede un favore: prendersi cura di Camille, quindi Hayley accetta dato che distrarsi un po' le sarà d'aiuto. Hayley porta Camille nella palestra di Marcel combattendo contro di lei, per insegnarle ad avere più sicurezza di se stessa e dei suoi poteri, poi Davina telefona a Hayley per dirle che è in pericolo, ma le streghe della Sorellanza raggiungono la palestra e dopo aver messo al tappeto Camille cercano di strappare il cuore a Hayley, ma Kol assorbe l'energia magica di Davina tramite la Mano della Gloria facendole perdere i sensi, così anche le streghe della Sorellanza perdono i sensi, visto che la magia di Davina è legata alla loro.

Tre giorni dopo la rottura della discendenza di sangue di Klaus, quest'ultimo prende le lettere delle persone care delle vittime di Klaus, una lista di alcuni dei nemici della sua discendenza di sangue che si è creato nel corso dei mille anni di vita. Elijah consiglia a Klaus di andare a parlare con Camille per tranquillizzarsi e farsi passare la paranoia, ma la donna non si ritiene in grado di aiutarlo in quanto presa dai propri problemi, arrabbiata perché Klaus non ha ucciso Aurora, e convinta che Klaus l'abbia condannata a vivere nel tormento perché da vampira non è apprezzata come quando era umana. Klaus parla con Camille e le dice che i suoi sentimenti per lei non sono cambiati affatto da quando è diventata vampira, ma Camille gli dice che i suoi lo sono e che la parte che credeva nella sua redenzione e che lo amava era quella umana e che è morta. Klaus, ferito, se ne va mentre Camille inizia a piangere per ciò che gli ha detto. Vincent rivela a Camille di sapere che ha mentito riguardo i suoi sentimenti per Klaus e la vampira ammette di voler trovare e uccidere Aurora prima che lei si liberi da sola e le dia la caccia, e di non poter contare su Klaus perché teme l'abbia lasciata vivere perché sia ancora innamorato di lei. Camille viene fatalmente morsa da Lucian Castle, che in questo modo tenta di vendicarsi di Klaus per avergli rubato l'amore di Aurora. Dopo diversi tentativi falliti per combattere il morso velenoso di Lucien, divenne presto evidente che non vi era alcuna cura, Camille muore tra le braccia di Klaus, che dopo averle ammesso di amarla, le promette che troverà la pace. Prima di morire però, Cami esorta Klaus a mettere da parte la sua rabbia, in modo da potere essere la luce per la sua bambina, per Hope. Viene celebrato il funerale irlandese di Camille, come lei aveva sempre voluto, al quale prendono parte molte persone, tra cui i Mikaelson, mentre Marcel, Kol, Josh e Vincent fanno una piccola cerimonia privata per Davina davanti alla sua tomba.

Klaus, nella sua cella, è in preda alla sofferenza per via del pugnale di Papa Tunde e rivede in questo modo Cami, sentendosi ancora in colpa per la sua morte. Camille però è soltanto frutto della sua immaginazione, perchè è l'unico modo che il suo cervello ha trovato per distrarsi dal dolore. Lo fa tutte le volte che Marcel gli conficca quel pugnale. Il suo subconscio vuole fargli credere che lei sia veramente lì per risparmiargli un'insopportabile agonia come quella che sta provando adesso. La donna mette l’Ibrido davanti alla realtà: può sopportare il dolore ma non la solitudine. Klaus ricorda di quando la donna le disse che con la luce che si porta dentro avrebbe potuto illuminare il cammino di sua figlia, ma ha così tanti nemici intorno che lo vogliono morto, che si convince di essere l'oscurità fatta persona. Cami gli ricorda che lui è la ragione per cui la sua famiglia è in vita e adesso loro stanno arrivando per salvarlo. Klaus riesce ad avvertirlo, il legame che Freya aveva creato per legare la loro vita alla sua, è infranto, ma allo stesso tempo è consapevole che se Elijah si presenterà alla dimora di Marcel, lui lo ucciderà senza pietà.

Cami tenta di convincere Klaus a togliersi la lama dal petto, Mikael ad esempio, ci era riuscito. Ma la verità è che l’Ibrido ha paura di rivedere sua figlia e che, ora che è abbastanza grande da vederlo per com’è, lei possa rifiutarlo o che, prendendolo da esempio, possa essere pervasa anch’essa dalla sua oscurità e desiderare di diventare come lui. Klaus è così messo di fronte alla realtà, e non sopportandola, scaccia via il pensiero di Cami che lo tiene ancora legato alla realtà, confessandole che è convinto che Hope starà molto meglio senza di lui. La donna quindi, sparisce.

Mentre Freya a crearsi un varco abbastanza potente da poterle permettere di liberare Klaus, Hayley tenta di fermare i due vampiri che si stanno scontrando. Cami intanto, attraverso il subconscio del vampiro Originale, cerca di convincere Klaus a estrarsi il pugnale o, in caso contrario, non potrà fuggire perchè la magia di Freya non potrà resistere oltre. Mentre le cose si stanno mettendo male per Elijah e Hayley, che si sono resi conto che non potranno mai avere la meglio contro Marcel, Klaus adesso liberato, interviene personalmente, pugnalando Marcel con la lama di Tunde e gli Originali hanno così la possibilità di fuggire.


Aspetto Fisico

Personalità

Camille è una donna dolce e gentile, ma che in realtà soffre molto, per la morte del fratello. Nonostante il suo carattere solitamente tranquillo è una persona forte e decisa, da giurare a Klaus che riuscirà a liberarsi del suo soggiogamento e si vendicherà, perché non sopporta essere manipolata. Nonostante sia una donna disponibile e comprensiva, che non giudica gli altri, preferisce avere vicino solo persone buone, per paura di rimanere ferita di nuovo. Lei non si sente del tutto un anima buona per via di una rissa avuta con un ragazzo. Si avvicina a Klaus e a Marcel e si affeziona a entrambi, ma è spesso arrabbiata con loro per il male che provocano. Lei e Marcel sono stati amanti per un breve periodo. Non possiede un’indole vendicativa, infatti si arrabbia con Klaus quando scopre che ha ucciso chi aveva condotto alla morte Sean.

Donna di buon cuore e compassionevole, riesce a vedere il buono in Klaus e, come afferma Elijah, riesce a fargli vedere le cose sotto un'altra prospettiva. Camille è pienamente consapevole di quanto Klaus non sia una persona sana ed equilibrata, ma al tempo stesso il suo affetto per lui diventa così forte e profondo che, come ammette lei stessa, è divenuto la ragione della sua permanenza in una città pericolosa come New Orleans, nonostante tra loro non ci sia mai stata una vera interazione romantica. Probabilmente anche grazie ai suoi studi, Camille riesce molto facilmente a comprendere il comportamento di Klaus e i suoi pensieri, infatti l'ibrido sostiene che il modo di pensare di Camille lo affascina. Klaus è iperprotettivo nei suoi confronti e ucciderebbe senza pietà chiunque provi a farle del male ed impazzisce se sa che non è al sicuro.

Relazioni

Poteri e Abilità

Vampira

Camille possiede tutti i punti di forza e di debolezza di un comune vampiro non-Originale.

Vedi altro

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.